gianduia che passione

Gianduia che passione

[one_fourth]zurigo[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

zurigo

Una concentrazione incredibile di nocciole: l’impasto base è quello del gianduia, pertanto pasta di cacao, burro di cacao, zucchero e nocciole e poi si aggiungono a pioggia tantissime nocciole tostate e leggermente spezzate.
Questo impasto deve essere fatto ancora a mano perché non si possono inserire nocciole intere nei macchinari; quindi si stende una colata di gianduia sul banco e poi vengono distribuite le nocciole. Una volta temperato (la cioccolata ha bisogno di una temperatura ben precisa per essere lavorata), a mano, con l’aiuto delle spatole, viene versato nei telai rettangolari per dargli una forma. Appena rassodato verrà tagliato a mano per ottenere dei fantastici e nocciolosi gianduiotti da gustare.
 [/three_fourth]

[one_fourth]cremino[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

cremino

Una diversa combinazione degli ingredienti fondamentali – pasta di cacao, burro di cacao, zucchero e nocciola – e soprattutto la ricchezza di quest’ultima, permette di creare questo delizioso cioccolatino, particolarmente morbido e cremoso.
Si tratta del noto cioccolatino a righe: nero, bianco e nero; l’impasto più chiaro si ottiene con nocciole poco tostate e per l’assenza della pasta di cacao.
La forma si ottiene utilizzando tre telai sovrapponibili fra di loro: la prima colata nera, quando è raffreddata, viene ricoperta da una colata bianca, seguita a sua volta da una seconda colata nera. Una volta liberato dal telaio il foglio di cremino viene tagliato a mano in piccoli quadretti per essere piacevolmente gustato.
 [/three_fourth]

[one_fourth]meneghini[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

meneghini

Amichevolmente chiamati “tappi” per la loro simpatica forma. Al tradizionale gianduia diamo una nota più decisa aggiungendo l’aroma di mandorla amara, sapore che ricorda quello dell’amaretto, e una fragrante granella di nocciole.
 

 [/three_fourth]

[one_fourth]gianduia[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

gianduia

È uno dei nostri impasti “base”. Simile al gianduiotto torinese, il nostro ha una forma rettangolare ed è decorato con graziose “ondine” su un fronte.
Gli ingredienti sono:
– pasta di cacao
– burro di cacao
– zucchero
– nocciole.
È grazie alla nocciola che questo delizioso cioccolatino rimane morbido e si scioglie piacevolmente in bocca.
Il nostro gianduia viene colato in telai rettangolari e una volta rassodato tagliato in piacevoli cioccolatini.
guarda come produciamo il nostro gianduia
 [/three_fourth]

[one_fourth]gianduia al latte[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

gianduia al latte

Parliamo sempre di gianduia, del nostro impasto base (pasta di cacao, burro di cacao, zucchero e nocciole) perché sempre da lì si parte per lasciare libera interpretazione alla fantasia …ed ecco l’impiego del latte in polvere. Contrariamente a quanto si pensa questo ingrediente compare raramente e questa è una delle occasioni in cui lo utilizziamo perché rende il nostro cioccolatino estremamente morbido e dolce al palato.
 [/three_fourth]

[one_fourth]caffè[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

caffè

Cosa dire del connubio di cioccolato e caffè: in molti apprezzano questa meravigliosa combinata e pertanto non poteva mancare fra i nostri prodotti un cioccolatino che annoverasse questo ingrediente. Come sempre si parte dall’impasto del gianduia (pasta di cacao, burro di cacao, zucchero e nocciole) e si aggiunge già in lavorazione una miscela di aromatico caffè. Il risultato finale è eccellente.
 [/three_fourth]

[one_fourth]gianduia con uvetta[/one_fourth]
[three_fourth last=last]

gianduia con uvetta

Continuiamo a sbizzarrirci con gli abbinamenti ed al classico gianduia aggiungiamo cacao e uvetta sultanina, ottenendo così un cioccolatino vivo di contrasti dolci e amari.
 
 

vieni a conoscere le altre golosità

[/three_fourth]

 

Both comments and pings are currently closed.